domenica 15 giugno 2014

Un'esperienza semi-eremitica in Puglia

Sono un prete diocesano. Vivo in Puglia. Ho superato, da poco, la soglia dei quarant’anni.
Vivo, nascostamente, ma con il consenso del mio padre spirituale, una forma di vita monastica semi-eremitica (di tipo cistercense), nella città, compatibilmente con gli impegni pastorali (confessioni, accompagnamento spirituale, visita agli ammalati, celebrazione eucaristica, adorazione eucaristica, individuale e comunitaria).
Prego la Liturgia delle Ore, secondo lo Schema A, cioè con i centocinquanta salmi distribuiti nell’arco di una settimana.
A sera, prima della Compieta, leggo e medito il brano della Regola di San Benedetto, secondo il calendario dell’Abbazia Madonna della Scaladi Noci (Bari). Lo stesso brano della Regola lo rileggo la mattina, dopo le Lodi mattutine, accompagnandolo con la lettura di un commento allaRegola stessa, per il brano relativo a quella determinata giornata.
Gli impegni pastorali, che a volte si prolungano fino a tarda sera, talvolta, non mi consentono la levata notturna. Almeno due o tre volte alla settimana, tuttavia, celebro il Mattutino (= Ufficio delle Letture, con le due vigilie), alle 4.30.
I momenti in cui osservo il silenzio totale (fatta eccezione per i momenti di preghiera liturgica) sono quelli del pomeriggio: dalle 13 alle 17, e dal dopo compieta fino al mattino. Durante la fascia oraria pomeridiana, mi dedico allo studio e, in particolare, alla lectio divina.
Rientrato a casa, tolto l’abito talare (che indosso costantemente), indosso un semplicissimo abito, di tipo monastico, con tunica bianca e scapolare nero, fermato in vita da una cintura di cuoio.
In ogni momento di preghiera, indosso la cocolla bianca.
Non manca, nell’arco della giornata, la lettura spirituale, con testi relativi alla vita monastica oppure relativi alla vita di San Benedetto o di altri santi monaci.
Mi piacerebbe confrontarmi con altre persone (preti o laici), che vivono un’esperienza simile alla mia.

Don Alex.

21 commenti:

Manuel Roco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
il Tuo Volto io cerco ha detto...

Pace e bene Don Alex, siamo quasi coetanei (io con qualche anno in più ma non conta) e mi chiamo Giuliano e sono un laico, credente, e anch'io da qualche tempo mi sento attratto dalla vita eremitica, dal silenzio, dall'essere nella solitudine e incontrarti intimamente con il Divino. Purtroppo il mio stato di vita (sono separato e padre di una figlia meravigliosa) non mi permette di vivere appieno questo desiderio di incentrare la mia giornata a mo' di vita monastica ma faccio della mia camera il mio monastero non mancando di vivere la giornata attraverso le varie ore liturgiche che comunque recito e spesso offro anche la mia levata notturna per la recita del notturno secondo la regola benedettina a cui mi piace riferirmi. A volte non nascondo il desiderio di ritirami in qualche eremo e impiegare questo poco tempo rimasto nella preghiera e in qualche piccolo lavoro.
Non mi dispiacerebbe potermi confrontare con te e anche condividere esperienze di vita quotidiana.
Un saluto e ti lascio la mia mail in caso vorresti rispondere: giuian07@yahoo.it.
Fraternamente, Giuliano.

Unknown ha detto...

Caro Don Alex, ho visto la sua comunicazione su "I Nuovi Eremiti". Ho apprezzato la vostra apertura di comunicare con altre persone che vivono la stessa vocazione. Io sono brasiliano, insegnante in pensione, vivo in una piccola proprietà rurale in stato di Minas Gerais. Alcuni anni fa che dedico allo studio, la contemplazione, la preghiera, la meditazione. Io sono un meditatore, pratico meditazione cristiana secondo gli insegnamenti di John Main. Principalmente, vivo un'esperienza eremitica. Mia ricchezza è il silenzio e la convivenza con numerosi esseri della ricca biodiversità del mio paese: animali selvatici, uccelli, una flora molto varia. Solo mi guido per la città vicina quando ho bisogno di acquistare cibo e altre cose. Ogni giorno recito delle lodi e dei Vespri. Vivo bene con alcuni vicini e con altri eremiti che vivono nelle città non troppo distanti. Vedo che la mia vita è un po' diversa dalla tua. Ma credo che viviamo la stessa vocazione per pregare e contemplare, coltivando il silenzio esterno e interno, permettendo allo Spirito Santo di orientare la nostra vita.
Vorrei comunicare con voi. Mi piace lo scambio di esperienze con altre persone dedicate alla vita spirituale.
Qui lascio la mia mail nel caso in cui si desidera comunicare con me: ernani.andrade@viareal.com.br.
Ti invio il mio abbraccio fraterno.
Ernani Andrade, del Brasile

Manuel Roco ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Unknown ha detto...





Caro Manuel Roco:
Sono stato molto felice per le gentili parole nel commento in "I Nuovi Eremiti". Veramente, ho la fortuna di vivere vicino a una natura tropicale ricca. Certamente, questo fatto mi aiuta molto a sperimentare qualsiasi contemplazione delle meraviglie del’Autore di tutto. Inoltre mi fa un po' più umile perché vedo quanto sono piccolo viso la grandiosità dell'universo.
Per quanto riguarda la pratica della meditazione, ti suggerisco di consultare il sito Web www.meditazionecristiana.org. Troverai una varietà di informazioni che possono essere un buon inizio. Tuttavia, è sempre un piacere parlare con te.
Ti mando il mio abbraccio fraterno.
Andrade Ernani

Isa Cocco ha detto...

Buonasera, io sono una laica consacrata privatamente, lavoro in ospedale, accanto ai morenti principalmente. Vivo sulle colline piacentine e cerco di ritagliarmi sempre del tempo per l'ascolto e per la preghiera. Grazie a Dio ho una piccola cappella che mi permette di ritirarmi ancor più dal mondo, ma non è facile...Pesa l'assenza di una comunità e il sentirsi soli pur sapendo che ci sono tante altre persone che cercano di vivere ocme me il Vangelo. Sarei contenta di potervi conoscere, lascio la mia mail: cocconiisabel@libero.it
Un caro saluto e grazie di queste belle testimonianze, fanno bene al cuore.

L T ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
L T ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
L T ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Unknown ha detto...

Cara Isa Cocco, ti mando il mio abbraccio fraterno. Veramente, credo che la crescita spirituale è qualcosa di molto soggettivo e solitario. È bene avere amici e compagni che vivono lo stesso ideale. È bene avere una persona con più esperienza per aiutarci a riflettere. Tuttavia, alla fine della giornata, è un'esperienza solo tra la mia anima e Dio.
Come è bello il lavoro con le persone che stanno soffrendo. Quando puoi, dimmi un po ' più su questa missione. Mi è piaciuto sapere che hai fatto le tue promesse privatamente. Se lo desidera, parlami un po' di quei voti. Inoltre ho fatto i miei voti privatamente.
Presto, parleremo più.
Tutta la pace e ogni bene per te.
Ernani Andrade (eremita brasiliano)

Nicola Salsa ha detto...

Ciao Alex, sono un prete diocesano e sono davvero rimasto colpito dalla tua testimonianza. Posso chiederti ulteriori informazioni? Cordiali Saluti, don Nicola e-mail: nicoladon@gmail.com

don Luciano Micheli ha detto...

ti sono vicino nella preghiera e nella spiritualità monastica
siamo vicino, io sono prete della diocesi di Matera , per ogni evenienza lascio il mio indirizzi mail lucianomicheli61@alice.it tel. 0835 555287
ed il mio Blog: http://muniatintrantes.blogspot.it/

se capiterà non mi dispiacerebbe affatto incontrarci e pregare insieme, anch'io seguo il salterio monastico

in Domino d. Luciano Micheli

Eremitério Louvor de Glória ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Eremitério Louvor de Glória ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Eremitério Louvor de Glória ha detto...

Deo Gratias! soy ermitaña en Brasil, me gusta Tudo sobre la vida eremítica. Peco Oraciones +

Responder Excluir

P.P ha detto...

Caro Don Alex, sono P. Paolo. Avrei bisogno di confrontarmi con te per maggiori delucidazioni e consigli.
Se puoi contattami al mio indirizzo mail paolo.degiacomo74@gmail.com

egidio meda ha detto...

desidererei corrispondere per chiarimenti vari.Intanto auguri carissimi per tutto. p. egidio

roby ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
roby ha detto...

ciao Don Alex, Grazie di esserci. da un po di tempo prendo in considerazione la possibilità dell eremitaggio, ma avrei bisogno di qualche consiglio al riguardo

egidio meda ha detto...

sono un frate francescano sacerdote e dopo tante vicissitudini sono ritornat0 alla ispirazione originaria che mi voleva in uno stato di vita eremitico_ pastorale. VORREI METTERMI IN CONTATTO CON TE PER SPIEGARTI MEGLIO LA MIA POSIZIONE E AVERE UN CONSIGLIO ILLUMINATO. saluti e auguri .egidiomeda whatsApp 3494252627

Matteo Gillard ha detto...

Salve don Alex,
sono un laico celibe di 36 anni, che non seguo perfettamente la vita eremitica, ma sono vicino ad un monachesimo seguendo la spiritualità dei padri del deserto, benedettina e francescana.
Io in accordo con il mio direttore spirituale ho deciso di prendere i voti in forma privata senza portare un abito in particolare, ma solo un abito monastico con cappuccio da utilizzare durante la preghiera, pur mantenendo la mia dimensione laica, svolgendo così al meglio le varie attività pastorali e parrocchiali all'interno della comunità diocesana alla quale appartengo. Nel caso vuole un confronto ci sentiamo previo contatto reciproco.
Cordiali Saluti